Home | Chi siamo | Iniziative | UDILab | Immagini | Bacheca | Link | Contatti ....
   

 

> Bacheca
udi
UDI Monteverde a Roma

IL GIORNO DOPO IL PRESIDIO DEL 25 OTTOBRE

Gentili Assessore in indirizzo,
l'Unione Donne in Italia, come già di vostra conoscenza, ha partecipato ieri al presidio di protesta contro il nuovo regolamento di polizia urbana.
Il presidio non ha avuto alcuna possibilità di dialogo con l'Istituzione. Abbiamo saputo solo quanto ci è stato riferito ed udito in aula.
La notizia dell'approvazione della delibera ci sconcerta come la presentazione della stessa. Personalizzare sull'unica figura del sindaco le responsabilità ci pare quanto meno ingeneroso verso delle donne che in giunta hanno collaborato a redigere la stessa. Pensiamo che abbiate collaborato e assentito ben consapevolmente, e ben consapevolmente contribuito ad offendere altre donne, né più e né meno quanto lo fanno i media facendo l'operazione opposta, scoprendo e mostrando le donne come merce, obbligandole o sottilmente ricattandole. Siamo confuse e sconcertate, quando dagli stessi vertici dei partiti, rappresentati in giunta, viene un messaggio che vuole le donne adeguate a canoni estetici che richiamano "alle donne oggetto". La delibera, in senso solo apparentemente contrario, annulla la decisione personalissima delle donne, mentre è proprio quella decisione che le rende cittadine e non suddite.

La politica deve amministrare per le cittadine, non sulle cittadine, è questo che distingue la democrazia da un regime.
Quello che è accaduto nell'aula del Consiglio di Castellammare richiama responsabilità singole, prima di quella collettiva.
E le responsabilità singole, dei vostri assessorati, prevedono prima di tutto l'attivazione di un servizio antiviolenza, per il quale nessuna burocrazia giustifica l'assenza.
Come associazione non possiamo che ritenervi responsabili di non aver voluto imporre la priorità di questo servizio, ad un consiglio che ha preferito dissimulare la latitanza sui diritti delle donne con un patetico tentativo di restaurare regole vecchie, con modalità che hanno fatto scalpore e provocato condanna in Italia ed in Europa.

                                                                per l'UDI di Napoli Stefania Cantatore